Un “Concerto per la Pace” per celebrare l’anniversario degli 800 anni di San Francesco

foto Ada - Ott.2013

Il “Concerto per la Pace” è stato organizzato dal M.o Ada Gentile nell’ambito delle celebrazioni di San Francesco di cui ricorre l’anniversario degli 800 anni (1215-2015) del suo passaggio dal capoluogo piceno.

La pace era uno dei principi cardine di San Francesco la cui formula di saluto, caratteristica della sua predicazione, era “Pax et Bonum” e “Un’ansia di pace” è il titolo dell’opera che Ada Gentile ha scritto nel 2008, su testo di Salvatore Quasimodo ed Ivana Manni, e che ha riscosso un grande successo sin dalla sua prima esecuzione alla Concattedrale di Taranto da parte dell’Orchestra della Magna Grecia diretta dal M.o Lorenzo Fico.

Si tratta di un’opera poetica di grande impatto emotivo che si articola in tre movimenti: -Nella memoria un giorno; -Nuda voce t’ascolto; e – In me si fa sera. Un delicato gioco timbrico pervade l’intera composizione che gravita prevalentemente su sonorità molto rarefatte permettendo all’ascoltatore di concentrarsi intorno agli interventi della voce recitante che affronta il problema della solitudine dell’uomo e della sua ricerca sistematica della pace. Nella seconda parte del concerto vengono invece proposti alcuni brani della “Messa di Requiem” di W.A.Mozart (Dies irae, Rex Tremendae, Confutatis e Lacrimosa), ultima composizione del grande musicista salisburghese rimasta incompiuta per la sua morte avvenuta il 5 Dicembre 1791 e completata qualche anno dopo da alcuni suoi allievi.

Il “Concerto per la Pace” si terrà il 28 Marzo, alle ore 20.30, al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno; l’esecuzione sarà affidata all’Orchestra Giovanile di Roma, ai Cori “La Corolla” di Ascoli Piceno, “Ars Nova” di Roma e “Città di Piero” di Sansepolcro diretti dal M.o Vincenzo Di Benedetto. La voce recitante sarà quella di Alessandro Quasimodo.

Il concerto sarà ripetuto, con gli stessi interpreti, il 29 Marzo, alle ore 17, alla Chiesa di San Francesco di Sansepolcro ed il 12 Aprile, alle ore 17, nel Duomo di Avezzano, nell’ambito delle manifestazioni organizzate dall’apposito Comitato Promotore del Comune per ricordare il “Centenario del terremoto della Marsica” che nel 1915 causò oltre 30.000 morti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...