Cresce l’attesa per In che mondo viviamo! 21 appuntamenti per il racconto web di Pier Paolo Segneri

 389512_304091346296488_387210782_n

@allinfonewspage @gioeco @ilgeneralista

logo-fattidicultura Cresce l’attesa  per l’iniziativa promossa da fattidicultura.com in collaborazione con ilgeneralista.com. Da lunedì 20 luglio parte il progetto editoriale  “In che mondo viviamo” il nuovo racconto a puntate per il web di Pier Paolo Segneri. La nuova iniziativa editoriale avrà cadenza settimanale.

@allinfonewspage @gioeco @ilgeneralista

In che mondo viviamo” è un libro per il web che uscirà con cadenza settimanale sul sito “Fatti di Cultura” e, quindi, sarà pubblicato un capitolo alla volta per un insieme complessivo di 21 appuntamenti. Si tratta di un percorso narrativo e, forse, anche poetico, ma di genere fantastico, epico, allegorico, scientifico e simbolico attraverso la storia dell’avventura umana dal Big Bang ai giorni nostri.

I capitoli saranno molto brevi e di semplice lettura, anche se i temi trattati sono complessi e provocano riflessioni non scontate o approfondimenti vari.

La data di pubblicazione del primo capitolo è il 20 luglio 2015.

35815099_m

NOTE DELL’AUTORE

In che mondo viviamo! Verrebbe da esclamare… L’apparenza trionfa e regna, ma inganna i nostri occhi. L’apparire vale più dell’essere e l’avere conta più del dare. L’umiltà è disprezzata e derisa mentre l’arroganza viene premiata, la superbia viene eletta a guida e la libertà ridotta a schiavitù.

Siamo dentro una realtà apparente e abbiamo perso la ricerca delle verità.

Guai a confondere le verità con la realtà. La realtà può essere falsa e, infatti, l’apparenza inganna mentre le verità si mostrano in sogno, in letteratura, in arte.

Ci sono momenti, nella nostra vita, in cui si crede davvero di vedere quello che non è, ma che così appare ai nostri occhi. In alcuni frangenti, ciò che vediamo è reale, ma non è vero. Accade soprattutto negli affetti, in amore e con le amicizie perse o sbagliate perché gli amori e le amicizie vere non sono reali, ma vivono di autenticità, di chiarezza, di sincerità, di lealtà, di sogno, di onestà, di fantasia, di immaginazione, di poesia.

Ci sono delle circostanze, insomma, in cui si cade nell’autoinganno e si crede davvero di saper leggere la realtà, ma non ci accorgiamo di essere ben lontani dalla verità. In altre parole, a volte, pensiamo che la realtà sia in un modo diverso da come, invece, è veramente. Infatti, quando si finisce con il guardare soltanto ciò che si vuol vedere, quella che sfugge è proprio la verità. Eppure, una volta scoperta la verità, ciascuno riavvolge il nastro della propria storia o dell’esistenza e scopre come tutto fosse chiaro fin dal primo momento.

L’idea di questo libro nasce nel 2006, al termine di un periodo tumultuoso in cui credevo che le cose fossero in un modo e, invece, erano in un altro.

Tra il 2004 e il 2006, infatti, mi ero convinto che la realtà fosse quella che si palesava davanti ai miei occhi e che mi ostinavo a guardare per come appariva e non per come era. Soltanto dopo aver capito l’inganno o l’autoinganno, si è pronti per ricercare una verità, scoprire un’amicizia, vivere l’amore… [Pier Paolo Segneri]

L’AUTORE

Pier Paolo Segneri, 42 anni, ama definirsi – allo stesso tempo – cittadino europeo e frusinate. Vive a Roma, dove ha trovato il terreno per esprimere la sua indole creativa ed eclettica: regista, autore teatrale, giornalista, scrittore, dirigente politico, professore di Italiano e Storia nei Licei della Capitale. È Presidente dell’associazione di cultura politica “il cantiere“, di cui è stato l’ideatore e il fondatore insieme a un gruppo eterogeneo di persone unite dal pensiero e dal metodo liberale. Ha scritto e diretto alcune divertenti commedie andate in scena con successo in diversi teatri romani. Ha scritto e collaborato, come autore di rubriche e pubblicista, per vari giornali, riviste e quotidiani, tra cui: La Provincia, Europa, l’Opinione e Secolo d’Italia. Ha pubblicato diversi articoli, testi e libri, soprattutto editoriali e saggi, di carattere artistico, storico, politico, letterario e filosofico. Tra i suoi pamphlet si segnala: “il nuovo possibile” (2008), edito da Portaparole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...