Cinema

I Nirvana tornano a Roma solo per una notte, al Quirinetta rivive la stagione grunge Anni '90

Nirvana (LANCIO)

Dopo i successi mondiali tra Usa e Australia, approda anche in Europa il format Heroes. Heroes ripropone fedelmente in tutto e per tutto i grandi concerti della storia del rock.

Continua a leggere

Musica di Marco Lo Russo in film, documentari e fiction italiane RAI

Marco Lo Russo pianoforte

@LorussoFIsa

Oltre al recente singolo EP 7 Days, produzione musicale dall’etichetta discografica Rouge Sound Production diretta da Marco Lo Russo, che si è classificato tra i brani finalisti dell’Eurovision Song Contest nazionale Lituania 2017, le produzioni musicali e le composizioni del fisarmonicista, compositore e produttore Marco Lo Russo sono state inserite in film, documentari, produzioni televisive, fiction italiane, anche in questa stagione, dalla RAI. Continua a leggere

OFFICINA DELLE ARTI PASOLINI: LUNEDI' 10 E MARTEDI' 11 APRILE DUE FILM DEDICATI ALLA LIBERTA' DI ESPRESSIONE IN TUNISIA

making_of_3@OfficinPasolini

Continuano gli appuntamenti organizzati dall’hub culturale della Regione Lazio Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini, centro di formazione artistica per la musica, il teatro e il settore multimediale sotto la guida rispettivamente di Massimo Venturiello, Tosca e Simona Banchi.

“Officina Pasolini visioni” dedica il mese di aprile ad una prospettiva sull’arte civile, proponendo due appuntamenti che offriranno alcuni spunti di riflessione su questo tema.

Il primo, lunedì 10 aprile, è quello con Nemico dell’Islam? Un incontro con Nouri Bouzid , di Stefano Grossi; il secondo, martedì 11 aprile, è quello con Appena apro gli occhicanto per la libertà,di Leyla Bouzid.

Entrambi i film trattano, seppur da punti vista differenti, il tema della libertà di espressione in un paese, la Tunisia, che per primo ha vissuto la cosiddetta  “primavera araba”.

Nemico dell’Islam? Un incontro con Nouri Bouzid è invece un film che tenta di spiegare perché la Tunisia da paese del turismo di massa sia sia trasformato repentinamente in una pericolosa polveriera, producendo la prima delle “primavere arabe” e, superata la rivoluzione del 2010-2011 diventando uno dei paesi che ha fornito più volontari alle milizie dell’Isis. Un viaggio dunque per comprendere le radici di una crisi che il cinema di Nouri Bouzid, il più importante regista tunisino, racconta da sempre. Il film sarà introdotto dal regista Stefano Grossi.

appena2_2

Appena apro gli occhi- canto per la libertà, film vincitore del Premio del Pubblico e del Label Europa Cinema alle Giornate degli Autori della Mostra del Cinema di Venezia 2015, racconta la storia di Farah, la cantante di una band di giovani artisti il cui repertorio esprime la frustrazione e la ribellione dei ragazzi tunisini, costretti a vivere una vita senza futuro e senza libertà, dove ogni gesto e ogni forma di espressione possono essere censurati e puniti. A introdurre questo film saranno la giornalista del Manifesto Cristina Piccino e il musicista Marwan Samer.

OFFICINA DELLE ARTI PIER PAOLO PASOLINI

L’Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini, che non a caso prende il nome dal grande artista distintosi per la sua vocazione interdisciplinare, nasce tre anni fa con lo scopo di seguirne lo spirito e il percorso: esaltare le singole specificità degli studenti evitando la “formazione in serie”, che troppo spesso caratterizza scuole e talent.

Promossa dalla Regione Lazio con il Fondo Sociale Europeo in collaborazione con l’Università degli Studi Roma Tre e il Conservatorio Santa Cecilia, la nuova sede di Officina Pasolini è stata inaugurata lo scorso 30 novembre negli spazi “Ex Civis”, a due passi dal ministero degli Esteri.

Una casa per giovani artisti e allo stesso tempo un luogo pubblico integrato nella città per produrre e diffondere cultura

Accoglie 75 studenti tra i 18 e 35 anni (25 per sezione), selezionati attraverso un bando e una successiva valutazione, per i quali la partecipazione ai corsi è gratuita.

Facebook: www.facebook.com/OfficinaPasolini

Twitter: twitter.com/OfficinPasolini

www.officinapasolini.it

"Lasciati andare": esce il 13 aprile il film di Francesco Amato con Toni Servillo, Veronica Echegui, Carla Signoris e Luca Marinelli

_MG_0949

(@01distribution) #LasciatiAndare

E’ tutto pronto per l’uscita di “Lasciati Andare”, il  film di Francesco Amato con Toni Servillo, Veronica Echegui, Carla Signoris e Luca Marinelli,  prevista per il 13 aprile 2017 Continua a leggere

Festival Internazionale del Cinema di Praga – Febiofest – Vince la 24 ° edizione Heartstone

festival-di-praga

@Febiofest #febiofest #febiofest2017 #prague #praha #singstreet

Praga, città delle cento torri, patrimonio dell’UNESCO, una delle città più belle del mondo e anche scenario unico per il Prague FILM FESTIVAL Edizione 2017 Continua a leggere

Sky Cinema David di Donatello: stasera in prima tv alle 21.15 "Fiore", il film di Claudio Giovannesi con Valerio Mastandrea

Fiore@SkyCinema

Stasera giovedì 30 marzo in prima tv alle ore 21.15 su Sky Cinema David di Donatello (e domani venerdì 31 marzo in replica alle 13.50), andrà in onda ‘FIORE’, il film premiato con il David 2017 per il miglior attore non protagonista assegnato a Valerio Mastandrea.

Continua a leggere

NELLE SALE DAL 30 MARZO, città e sale IL CINEMA E LE FERITE DEI BALCANI: DALL'ALTRA PARTE DI ZRINKO OGRESTA.

Manifesto_Dall_Altra_Parte

DOPO OLTRE VENT’ANNI QUALI SONO I SEGNI DEL SANGUINOSO CONFLITTO JUGOSLAVO ? DALL’ALTRA PARTE SI INTERROGA SUL PERDONO E LA RICONCILIAZIONE, SUI SENSI DI COLPA, SUI FANTASMI DEL PASSATO, SULLA SOCIETÀ ATTUALE, SULLE CICATRICI PSICOLOGICHE, PERSONALI E SOCIALI. PARTENDO DAL CONFLITTO JUGOSLAVO OGRESTA RIESCE AD UNIVERSALIZZARE LA PORTATA DEL TEMA DELLA RICONCILIAZIONE, ANCHE DI QUELLA PRIVATA. Continua a leggere

FAAFAFINE di G. Scarpinato all'Angelo Mai il 18/19/20 MARZO

STAGIONE PROSA TEATRO BIONDO: FA'AFAFINE DI GIULIANO SCARPINATO AL NUOVO TEATRO MONTEVERGINI.

Siamo incommensurabilmente fortunati
ad avere un figlio di genere non conforme.
È troppo facile sentirti fortunato quando ottieni quello che desideri.
Riesci a sentirti così e continuare ad essere riconoscente
quando le cose non vanno come ti aspettavi?
Sì, ci riesci. È questo che ci ha insegnato C.J.

[Lori Duron, da Il mio bellissimo arcobaleno]

Esiste una parola nella lingua di Samoa, che definisce coloro che sin da bambini non amano identificarsi in un sesso o nell’altro. Fa’afafine vengono chiamati: un vero e proprio terzo sesso cui la società non impone una scelta, e che gode di considerazione e rispetto. Alex non vive a Samoa, ma vorrebbe anche lui essere un “fa’afafine”; è un “gender creative child”, o semplicemente un bambino-bambina, come ama rispondere quando qualcuno gli chiede se è maschio o femmina. La sua stanza è un mondo senza confini che la geografia possa definire: ci sono il mare e le montagne, il sole e la luna, i pesci e gli uccelli, tutto insieme. Il suo letto è una zattera o un aereo, un castello o una navicella spaziale.

STAGIONE PROSA TEATRO BIONDO: FA'AFAFINE DI GIULIANO SCARPINATO AL NUOVO TEATRO MONTEVERGINI.

Oggi per Alex è un giorno importante: ha deciso di dire ad Elliot che gli vuole bene, ma non come agli altri, in un modo speciale. Cosa indossare per incontrarlo? Il vestito da principessa o le scarpette da calcio? Occhiali da aviatore o collana a fiori? Alex ha sempre le idee chiare su ciò che vuole essere: i giorni pari è maschio e i dispari è femmina, dice. Ma oggi è diverso: è innamorato, per la prima volta, e sente che tutto questo non basta più. Oggi vorrebbe essere tutto insieme, come l’unicorno, l’ornitorinco, o i dinosauri.

Fuori dalla stanza di Alex ci sono Susan e Rob, i suoi genitori. Lui non vuole farli entrare; ha paura che non capiscano, e probabilmente è vero, o almeno lo è stato, fino a questo momento. Nessuno ha spiegato a Susan e Rob come si fa con un bambino così speciale; hanno pensato che fosse un problema, hanno creduto di doverlo cambiare.

Alex, Susan e Rob. Questo spettacolo è il racconto di un giorno nelle loro vite, un giorno che le cambierà tutte. Un giorno speciale in cui un bambino-bambina diventa il papà-mamma dei suoi genitori, e insegna loro a non avere paura. Quando Alex aprirà la porta, tutto sarà nuovo.

MOTIVAZIONE DELLA GIURIA – Eolo Award 2016

Per aver creato uno spettacolo davvero unico nel teatro ragazzi italiano per le poetiche e incisive modalità con cui viene proposto un tema ancora considerato tabù, non solo nel teatro per l’infanzia.
Lo spettacolo, attraverso una perfetta mescolanza di ironia e adesione emozionale, narra la storia di Alex, un bambino interpretato in modo credibilissimo dal ventottenne Michele Degirolamo, che non ha ancora deciso se essere maschio o femmina. Il tema della libera ricerca della propria identità sessuale come atto imprescindibile della felicità di ogni essere umano, e la sua rappresentazione nel medesimo tempo leggera e profonda in tutti i suoi aspetti, fanno dello spettacolo un’esperienza assolutamente necessaria per il mondo del teatro ragazzi italiano, ma non solo. Lo spettacolo dovrebbe esser proposto, di rigore, in tutte le scuole del nostro Paese.

MOTIVAZIONE DELLA GIURIA – Premio Infogiovani / FIT festival Lugano 2015

Per la magia e la poesia racchiuse in un racconto trattato con leggerezza e innocenza fanciullesca.

Dopo una combattuta discussione, la giuria ha voluto premiare la drammaturgia accurata del regista, Giuliano Scarpinato, e l’interpretazione dell’attore, Michele Degirolamo, i cui elementi si sono fusi con gli effetti speciali della pièce in grado di coinvolgere lo spettatore in una realtà forte, ma non sempre ovvia.

La spiazzante delicatezza con cui il tema è stato trattato ha colpito e stupito il pubblico composto prevalentemente da giovani.

Le emozioni e il conflitto interiore sono stati portati in scena unendosi alla fervida interpretazione del protagonista Alex, facendone uno strumento di fuga per non affrontare il mondo.

MOTIVAZIONE DELLA GIURIA – Premio Scenario infanzia 2014

La storia di un adolescente alla scoperta di sé e della sua identità sessuale ci introduce in uno spazio famigliare popolato di giochi e attraversato da conflitti e aperture oniriche. Un tema arduo, individuato con coraggio e accuratezza di indagine e portato in scena da attori dotati di ironia e leggerezza. Un’occasione importante per stimolare una discussione sulla differenza di genere in ambito educativo e formativo.

STAGIONE PROSA TEATRO BIONDO: FA'AFAFINE DI GIULIANO SCARPINATO AL NUOVO TEATRO MONTEVERGINI.

18 MARZO H 18 E H 21
19 MARZO H 12 E H 19
20 MARZO H 11,30 matineè per le scuole

ANGELO MAI
VIA DELLE TERME DI CARACALLA 55A ROMA

FA’AFAFINE

VINCITORE EOLO AWARD 2016 – MIGLIOR SPETTACOLO TEATRO RAGAZZI E GIOVANI
VINCITORE PREMIO INFOGIOVANI – FIT FESTIVAL LUGANO 2015
VINCITORE PREMIO SCENARIO INFANZIA 2014

Patrocinio ufficiale di Amnesty International – Italia ‘per aver affrontato in modo significativo un tema particolarmente difficile a causa di pregiudizi ed ignoranza, rappresentando con dolcezza il dramma vissuto oggi da molti giovani’

testo e regia Giuliano Scarpinato
con Michele Degirolamo
in video Giuliano Scarpinato e Gioia Salvatori
visual media Daniele Salaris – Videostille
progetto scenico Caterina Guia
assistente scene e costumi Giovanna Stinga
luci Giovanna Bellini
illustrazioni Francesco Gallo – Videostille
produzione CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia / Teatro Biondo Palermo
fascia d’età: dagli 8 anni
durata: 60 min